Naso

Sorge su un colle nel primo entroterra dei Monti Nebrodi a 495 m di quota sul livello del mare.

Descrizione

Sorge su un colle nel primo entroterra dei Monti Nebrodi a 495 m di quota s.l.m. Molte grandi famose città del passato devono la loro fortuna al fatto di essere state fondate da divinità. Naso non sfugge a questa regola, infatti si dice che sia stata fondata da Agatirno figlio di Eolo, il Dio dei venti. Fu città importante e popolosa, ed intorno all'anno 901 d.C. fu distrutta dai Saraceni. Le guerre e i continui saccheggi, spinsero però i coloni a muoversi ancora, alla ricerca di un insediamento più sicuro che trovarono non lontano in un preesistente villaggio denominato "Neso" ed in seguito, Naso. Le origini ed il passato di Naso non hanno prodotto solo storia, ma anche arte e cultura. Nonostante molte opere siano state distrutte nel corso dei secoli a causa dei frequenti e disastrosi terremoti molti sono ancora visibili.

Da visitare

La Sicilia è bella in ogni suo angolo: Brolo ed i paesi limitrofi offrono innumerevoli bellezze paesaggistiche da visitare. Qui di seguito solo alcune proposte, per maggiori informazioni contatta l'ufficio turistico del paese, ai recapiti indicati sopra.

Convento dei frati Minori Osservanti

All'interno si possono ammirare i Ruderi del Chiostro, portale d'ingresso in stile gotico datato nell'anno 1475, altare ligneo scolpito ed intarsiato eseguito nell'anno 1694, Madonna Gaginesca del XVI, Tomba del Conte Artale Cardona, fondatore del Convento, eseguita da Domenico Gagini nell'anno 1477, Tomba del Conte Pier Maria Cibo (anno 1675), Tomba della famiglia Piccolo (anno 1628), Tomba del giureconsulto Benedetto Calderaro (anno 1519), Tomba dell'Assenzio Lanza (anno 1632), Tomba della famiglia Arcobasso (anno 1632).

Chiesa di San Cono

Sano Cono è il santo cittadino e patrono del paese, all'interno dell'omonima Chiesa è possibile ammirare quadri di autori vari del '600 quali Giuseppe Salerno chiamato 'lo Zoppo di Gangi' e la cripta delle reliquie, situata nelle catacombe della Chiesa e costruita nell'anno 1649 in stile Barocco.